autoerotismo femminile

… come funziona?

autoerotismo-femminileUna buona percentuale di donne (forse addirittura la meta’) per raggiungere l’orgasmo ha bisogno della stimolazione manuale del clitoride (autoerotismo femminile).

L’autoerotismo quindi meglio se praticato dall’uomo sulla donna e’ da considerare normale e parte integrante della sessualità in generale e anche di quella di coppia.

In commercio esistono tanti gadget per l’ autoerotismo femminile ma senza spendere soldi potete cavarvela tranquillamente con le carezze e i baci nelle part intime.

Concentrarsi sul piacere

L’autoerotismo femminile aiuta moltissimo la donna a raggiungere il tanto agognato orgasmo a patto che il suo rilassamento sia sufficiente (rilassamento indotto dalle precedentemente citate carezze, baci etc)

Purtroppo non sempre la donna riesce a lasciarsi cosi andare da riuscire a raggiungere l’orgasmo tramite l’autoerotismo praticato da lui e questo differenzia e di molto l’approccio che ha il maschi con la masturbazione in quanto l’uomo non ha questo tipo di probelmatica anzi.

Il consiglio da seguire nel caso si voglia pratiare l’autoerotismo femminile è quello di far iniziare prima la donna da sola e poi quando le danze si sono gia’  aperte la donna e’ piu’ rilassata intervenire con baci e carezze da parte del partner maschile.

Vescica piena o vuota?

Un altro importante fattore per favorire l’orgasmo femminile ( ma che e’ anche applicabile ai maschietti)  e’ quello di praticare sesso sempre a vescica vuota in quanto la stessa puo’ impedire il rilassamento e impedire l’orgasmo oltre a dare spesso una spiacevole sensazione alla donna.

La paura di perdere il controllo

La donna ha normalmente dei tempi di risposta ala stimolazione sessuale piu’ ampi dell’ uomo anche se non sempre. Spesso ha paura di perdere il controllo e frena il raggiungimento dell’ orgasmo in questo caso e’ utile parlarne con il partner per aumentare la reciproca fiducia.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.